Le novità del CES 2019

Termina oggi, dopo 2 giorni ricche di presentazioni e di novità del Consumer Electronics Show (CES).

Sono oltre 4.500 le aziende provenienti da tutti i paesi del mondo che hanno presentato i risultati del loro ultimo anno di ricerca. Tra le location degli hotel e gli spazi espositivi del centro congressi della cittadina del Nevada ci sono stati assistenti virtuali, tablet pieghevoli, smart tv con tecnologia 8K e tante novità anche dal mondo delle quattro e delle due ruote.

Hey Google! Uno dei big player di questo CES 2019

La città nel Nevada è stata tappezzata da cartelloni con la scritta “Hey Google” per promuovere l’assistente di casa Google, che è presente ormai in oltre un miliardo di dispositivi. Se fino a qualche anno fà l’assistente di Mountain View era presente solo negli smartphone Android, oggi lo possiamo trovare negli assistenti Google Home e Google Home Mini, negli smart speaker e, in un futuro non molto lontano, lo troveremo anche all’interno di elettrodomestici come frigoriferi, lavatrici e termostati, per rendere la casa ancora più smart di quello che possiamo immaginare.

Al CES di quest’anno Google Assistant è stata testata negli speaker di Sonos e di The House of Marley e nel nuovo display di Lenovo Smart Clock adatto per le camere da letto.

Google Assistant potrà essere utilizzato anche per prenotare una stanza in hotel. La possibilità è limitata a quelle agenzie o strutture con cui l’azienda ha stretto una partnership, come InterContinental, AccorHotels e TravelClick. In Google Maps sia per Android che iOS, l’assistente virtuale può essere utilizzato per condividere con amici e parenti l’orario stimato di arrivo, rispondere a un messaggio, riprodurre un brano musicale o un podcast, cercare luoghi lungo il tragitto, aggiungere una nuova fermata e usare la punteggiatura nei messaggi dettati a voce. Le novità per Maps sono attualmente in fase di rilascio.

Ma una cosa più di tutte ha attirato l’attenzione di molti

Si, stiamo proprio parlando di quello che a tutti (fino a 1 anno? 2 anni fà?) risultava impossibile, ovvero del primo Phablet pieghevole.

Si chiama Royole FlexiPai ed è il primo reale smartphone pieghevole sul mercato. Il dispositivo si piega al centro e funziona sia come smartphone che come tablet. L’hardware è definitivo, ma il software è ancora da affinare (attualmente Waterfall).

HARDWARE del FlexyPad: include il processore Qualcomm Snapdragon 855, 6 o 8 GB di RAM, 128GB (1.388 euro) o 256GB (1.539 euro) di memoria interna e un modulo fotografico a doppia lente 16MP+20MP.

SOFTWARE: Versione personalizzata di Android 9.0 dal codename Waterfall

L’interfaccia utente, almeno per la schermata Home, passa correttamente dalla modalità tablet a quella smartphone, ma la renderizzazione dei contenuti o di alcune applicazioni lascia a desiderare. Commento amaro anche per il reparto fotografico, che secondo Engadget ha un solo aspetto positivo: funziona.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *