Xiaomi, lo smartphone pieghevole c’è, eccome!

Xiaomi dopo l’annuncio di RedMi Note 7, ha postato un video in cui mostra il prototipo ufficiale del primo smartphone pieghevole.

Il video è molto interessante. Mostra uno smartphone pieghevole completamente funzionante. L’interfaccia utente è quella tipica degli smartphone di casa Xiaomi (con MIUI 10.0). Il dispositivo è in grado di piegarsi in tre parti e assumere le classiche dimensioni di uno smartphone da 5-6 pollici una volta chiuso. Mentre quando è aperto dovrebbe avere una grandezza pari a quella di un tablet (10-12 pollici).

Il filmato è stato condiviso sul canale Weibo (social cinese) della compagnia e dunque è sicuramente ufficiale.

Il CEO di Xiaomi ha dichiarato:

Dopo aver affrontato e risolto una serie di problemi tecnici, come la tecnologia flessibile, il motivmento di piega e e l’azione di apertura, siamo riusciti a creare un dispositivo ottimo e sul quale si adatta perfettamente l’intefaccia MIUI. Il nostro dovrebbe essere il primo cellulare pieghevole doppio al mondo; un oggetto con forma simmetrica a doppia piega, che combina perfettamente l’esperienza del tablet con quella di un telefono cellulare, che è allo stesso tempo pratico e bello. Anche se è ancora un prodotto per la massa in laboratorio volevamo farvelo vedere…

Anche l’interfaccia utente si adatta alle diverse grandezze dello smartphone pieghevole, segno che Xiaomi ci sta lavorando già da un po’. Gli smartphone flessibili sono il trend dei prossimi anni e tutte le aziende segretamente stanno lavorando a un prototipo da mostrare al più presto al grande pubblico. Difficilmente riusciranno ad affermarsi nel 2019, anche a causa dei prezzi alti (si ipotizza che il Galaxy F venga lanciato a un prezzo superiore ai 1500 euro), ma il 2020 dovrebbe essere l’anno degli smartphone flessibili.

Xiaomi ha la capacità economica per fare grandi investimenti e potrebbe presentare lo smartphone flessibile a fine anno.

Stay tuned!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *